vai al contenuto principale
Brunello alle Zebre, Hodges alla difesa

Brunello alle Zebre, Hodges alla difesa

Ora che tutti i Sei Nazioni 2024, quello maschile, Under 20, e femminile, sono archiviati si può tirare una linea, fare un bilancio. Ma anche cambiare gli staff, disegnare un futuro diverso per le Zebre, prepararsi alla stagione che verrà.…

Mango italiano, da Oscar

Mango italiano, da Oscar

E così la meta più bella del Sei Nazioni 2024 è quella di Lorenzo Pani a Cardiff, quella del 18-0, 45′ minuto, con il Galles in massima pressione sull’Italia a inizio ripresa. Meta in prima fase con un’azione denominata “Mango”,…

Quel che resta del Sei Nazioni

Quel che resta del Sei Nazioni

Steve Borthwick sta mutando il gioco della muscolare Inghilterra, Andy Farrell sta mantenendo la struttura solida, e multiforme nelle opzioni, di quello dell’Irlanda, Warren Gatland fa quel che può, Gregor Townsend è alle prese con una squadra lunatica e ondivaga,…

Le grandi speranze di una giovane Italia

Le grandi speranze di una giovane Italia

Finisce con una grande partita tra due squadre finora deludenti sul piano del gioco (Francia e Inghilterra) un Sei Nazioni all’altezza della migliore tradizione. Nel senso che molte partite si sono risolte con scarti bassi e il mancato rispetto dei…

A Cardiff è nata la nuova Italia

A Cardiff è nata la nuova Italia

Difficile convivere con la novità, adesso siamo tutti un po’ confusi, in una settimana le nostre abitudini di eterni disillusi vengono ribaltate, bravi come eravamo a esaltarci per le imprese di un giorno, sapendo che poi si sarebbe tornati alla…

Abbiamo un piano

Abbiamo un piano

Il piano di gioco per Gonzalo Quesada è tutto. Prevedere ogni possibile situazione e allenarla. C’è un aneddoto che spiega molto. Giovedì 7 marzo, campo principale del centro Coni Giulio Onesti, Roma. Mancano 48 ore a Italia-Scozia e siamo all’ultimo…

L’Italia sfida il Galles e i 70 mila del Principality Stadium

L’Italia sfida il Galles e i 70 mila del Principality Stadium

La prima notizia è che Galles-Italia si giocherà senza Ange Capuozzo. Il giocatore, che al Principality Stadium, due anni fa, con quella fuga alla fine del match e l’assist per Padovani, ribaltò la partita, sabato scorso, contro la Scozia ha…

Il drop, poco sfruttata arma letale

Il drop, poco sfruttata arma letale

“No, non posso dire che l’avessimo preparato. Anzi, sono convinto che se ci fosse stata una preparazione l’avrei sbagliato. È stato un gesto istintivo, c’erano stati dei drive, delle cariche, anche fino a cinque metri dalla linea di meta, poi…

Sì, placcare, fortemente placcare

Sì, placcare, fortemente placcare

Era appena stato presentato alla stampa, il nuovo ct azzurro, e sul sito di Allrugby compariva un titolo non passibile di fraintendimenti (leggi qui): “Con Quesada parola alla difesa” E nell’articolo che seguiva si leggeva questa affermazione, per spiegare quali…

Il segreto della vittoria azzurra

Il segreto della vittoria azzurra

“La vittoria? La difesa sulle 24 fasi consecutive della Scozia a tempo scaduto senza fare fallo”. Michele Lamaro, capitano azzurro non fa trasparire la gioia della vittoria, resta lucido nell’analisi. “Il nostro è uno sport semplice, lo scopo è mettere…

L’Italia s’è desta

L’Italia s’è desta

Serviva un pomeriggio così per mettere fine alla carestia, 4011 lunghissimi giorni dopo l’ultimo successo casalingo (16 marzo 2013, 22-15 all’Irlanda) l’Italia toglie le ragnatele ai ricordi, argina la serie di 8 sconfitte consecutive con la Scozia (dal 2015 al…

Fatta l’Italia per la Scozia, c’è Lynagh

Fatta l’Italia per la Scozia, c’è Lynagh

Tre cambi rispetto alla partita con la Francia, una strategia di gioco ben chiara (togliere Finn Russell dalla scacchiera), tanta pressione positiva data anche dai 69.689 spettatori che saranno sugli spalti (15mila scozzesi). Ecco, l’Italia per la quarta sfida del…

Torna su