skip to Main Content

La Francia non vince da otto partite, in pratica un anno intero. Però negli ultimi 14 mesi, nonostante tre sole vittorie (e un pareggio, con il Giappone), su 13 partite, i “bleus” hanno un punteggio medio (a sfavore) di 19-25 (2-2 le mete per match).

L’Italia nello stesso periodo ha incassato una media di 5 mete a partita contro una sola all’attivo: punteggio medio degli Azzurri è di 14-37.

Se la statistica viene limitata al solo Sei Nazioni (sette partite dal primo febbraio 2017 a oggi), l’Italia viaggia a una media di 12-43 (2 mete a 6) mentre la Francia è leggermente in attivo, nonostante due sole vittorie: 21-20 (2 mete a una).

Riassumendo: per vincere a Marsiglia gli Azzurri devono ridurre di almeno la metà mete e punti al passivo, diciamo che non devono concederne più di 25 (tre mete, una non trasformata, e un paio di calci di punizione).  E devono realizzarne almeno quindici di più della loro media abituale, quando almeno quattro mete (due trasformate) e un calcio.

È possibile? Natura non facit saltus diceva Leibniz. È vero l’Italia ha sfiorato le quattro mete a Dublino e ne ha messe a segno due contro l’Inghilterra. Ma nella somma delle due partite ne ha concesse quindici in totale. E la prima delle tre contro l’Irlanda è stata realizzata quando il punteggio era 42-0 per i padroni di casa.

Insomma, contro la Francia è necessario un miracolo sportivo. Anche perché la loro difesa mediamente più di due mete non concede. In più, da quando è arrivato, O’Shea gli Azzurri solo tre volte (su 19 partite) hanno raccolto più di venti punti all’attivo (con Usa, Canada e a Brisbane contro l’Australia). In compenso solo quattro volte (Canada, Sudafrica, Tonga e Fiji) ne hanno concessi meno di 20. Negli ultimi 14 mesi solo una volta la Francia ha messo a segno più di due mete: contro l’Italia a Roma, un anno fa (40-18). Insomma, i numeri sono onestamente tutti contro di noi. Però lo sport ci piace perché niente sul campo è mai scritto prima.
Vediamo come va.

 Foto di Daniele Resini/Fotosportit

Find this content useful? Share it with your friends!
Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi